Infrasuoni: come possono generare eventi paranormali

1

L’orecchio umano è in grado di percepire suoni di frequenza compresa tra i 20Hz e i 20000Hz. Tutti quelli che si trovano sotto la soglia dei 20Hz sono detti infrasuoni e sono percepiti e usati per comunicare da altri animali come balene ed elefanti. Tuttavia è possibile per l’uomo percepire gli infrasuoni in condizioni particolari di alto volume come temporali o terremoti principalmente attraverso le vibrazioni trasmesse al nostro corpo. Essi sono anche in grado di indurre l’ascoltatore in uno stato di ansia e soggezione senza che si accorga della loro effettiva presenza. Per dimostrarlo, nel 2003 un gruppo di ricercatori britannici ha esposto agli infrasuoni un gruppo di 700 persone durante alcuni brani di un concerto al Purcell Room di Londra. Successivamente il 22% degli intervistati ha affermato di aver provato sensazioni di disagio, nervosismo o brividi lungo la schiena durante gli stessi brani in cui venivano prodotti infrasuoni. Tutto questo lo sanno bene i registi del cinema horror, che hanno fatto inserire suoni a bassa frequenza non percepibili dall’orecchio in film come Paranormal Activity e Irréversible.

Una scena dal film Paranormal Activity

Altri ricercatori inoltre sono convinti che gli infrasuoni siano collegati ad alcuni fenomeni paranormali. Emblematico è il caso di Vic Tandy (1955-2003), ingegnere britannico che nel 1998 si trovò a lavorare in un laboratorio di un azienda che realizzava attrezzature mediche. Tutti gli addetti del laboratorio provavano un senso di disagio e ansia durante le ore di lavoro e una sera, mentre l’ingegnere lavorava da solo, iniziò a notare delle macchie grigie in movimento con la coda dell’occhio che sparivano quando si voltava. Lo stesso Tandy raccontò poi di essersi sentito terrorizzato durante l’evento, e pensò di aver visto dei fantasmi.

Pochi giorni dopo però ebbe un colpo di fortuna: si era portato delle spade per utilizzarle in un torneo di scherma dopo la fine dell’orario di lavoro e si accorse che queste vibravano sul tavolo su cui erano appoggiate. Scoprì quindi che i ricercatori condividevano il laboratorio con degli infrasuoni di 18,98Hz, generati da una ventola di aereazione e che facevano vibrare le spade. Non appena essa fu spenta, ansia e malumori cessarono.

Diagramma che mostra la scala delle frequenze sonore

L’ingegnere continuò a indagare sulle apparizioni delle macchie grigie, e scoprì in un report della NASA che la frequenza di risonanza dell’occhio umano si trova intorno ai 18Hz, molto vicina alla frequenza degli infrasuoni prodotti dalla ventola. In poche parole, l’occhio di Tandy aveva iniziato a vibrare in modo impercettibile risuonando con gli infrasuoni e generando delle allucinazioni visive.

Alcune allucinazioni visive possono essere indotte da infrasuoni e scambiate per fantasmi

Se anche voi volete provare ad ascoltare questi particolari suoni, potete utilizzare delle buone cuffie o un impianto stereo di qualità che possano riprodurre suoni al di sotto dei 20Hz (ma stando attenti a non alzare troppo il volume), oppure scegliere un buon film horror e andare al cinema. Ricordatevi anche che se credete di aver visto dei fantasmi o vi siete trovati inspiegabilmente in uno stato di ansia, molto probabilmente c’è una spiegazione scientifica al fenomeno, e magari potreste semplicemente aver percepito degli infrasuoni.

Fonti:

L’articolo pubblicato da Vic Tandy riguardante i suoi studi sul caso: http://www.richardwiseman.com/resources/ghost-in-machine.pdf

https://it.wikipedia.org/wiki/Infrasuono

Share.

About Author

Siamo un gruppo di ragazzi universitari sparsi per l'Italia che hanno a cuore l'informazione e il pensiero critico. Il nostro obiettivo è risvegliare lo spirito critico delle persone attraverso la pubblicazione di articoli, inchieste, riflessioni personali, poesie, rubriche d'arte e di scienza, canzoni che contengano spunti critici per sviluppare dibattiti, circolazioni di idee, dialoghi costruttivi. Vogliamo offrire uno spazio senza restrizioni in cui ognuno possa esprimere la propria opinione su un tema qualsiasi. Siamo assolutamente imparziali, non ci sono schieramenti politici o ideologie preponderanti, l'unico principio a cui facciamo riferimento è il libero pensiero. Essere inconsapevoli di ciò che accade intorno a noi è una rinuncia ad avere un ruolo attivo nella società. Informazione e riflessione critica, questo è ciò che in sintesi è Sistema Critico. Seguici anche su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter.

1 commento

  1. Pingback: Fritz Haber e l'operato della scienza – Sistema Critico

Leave A Reply