Calciomercato Serie A: cosa porterà la befana?

0

Clima da calciomercato

Il mese dei “buoni propositi” è appena cominciato, e le società stanno pianificando nuove strategie e sondando qualche potenziale scoperta per dare una svolta a questa stagione che arriva ora al giro di boa. C’è chi dice “squadra che vince non si cambia” e chi invece è più orientato verso “anno nuovo vita nuova”: ideologie apparentemente opposte, ma il massimo comune denominatore è sempre quello: fiutare il terreno alla ricerca di occasioni low cost. Anche Juve e Napoli, che hanno ben poco da migliorare in termini di risultati, sono attentissime a tutti i movimenti di mercato.

 

Il Napoli vuole rafforzarsi

I partenopei, campioni d’inverno con 48 punti a fronte di 57 realizzabili, puntano ad ampliare una rosa che potrebbe, ad oggi, essere troppo corta rispetto ai diretti concorrenti bianconeri . Ecco allora che la pesca di Roberto Inglese, 26enne ormai ex Chievo Verona, servirà proprio a Sarri per far rifiatare gli inamovibili Mertens, Insigne e Callejon. Inglese arriverà, anche se acciaccato per un problema avuto nello scorso match perso dal suo Chievo contro il Benevento. E’ proprio da quest’ultimo che il Napoli ha bussato insistentemente alla porta. Obiettivo? Amato Ciciretti, esterno offensivo di 24 anni, ormai in pugno a de Laurentis. Sempre vivo l’interesse per Verdi del Bologna e Younes dell’Ajax, mentre arriverà Zinedine Machach, centrocampista di 21 anni svincolatosi dal Tolosa. Vrsaljko, Darmian e Grimaldo sono i nomi sugli out di difesa, tuttavia saranno difficili da prelevare a gennaio.

 

 

Movimenti in casa Juve

La Juve pensa in grande: Emre Can è sempre nel mirino, anche se sembra una pista più facilmente percorribile per giugno. Il prestito di Pjaca è ormai sicuro, l’obiettivo per Marotta & Co. è quello di farlo tornare in forma per la prossima stagione. Tanti pretendenti alla porta, tra cui anche club italiani come Sassuolo e Atalanta per il classe ’95 croato. Per ripristinare il blocco italiano e ringiovanire il reparto difensivo, la Juve si riapproprierà di Caldara e Spinazzola, due dei protagonisti delle ultime cavalcate bergamasche con Gasperini. Si vedrà se per gennaio o per giugno.

 

 

L’Inter prova a ripartire

In sponda Inter, Luciano Spalletti è consapevole che per riprendere la marcia in questa seconda parte di stagione sono necessari almeno un paio di rinforzi che consentano di allungare la rosa e far rifiatare i titolarissimi, che in questo ultimo mese davano realmente l’impressione di essere scarichi. Deulofeu e Pastore sono i big più papabili: ai nerazzurri manca il trequartista di ruolo in grado di far sentire meno solo Mauro Icardi, come manca l’esterno in grado di saltare l’uomo e convergere verso il centro, alla Deulofeu appunto, per dare soluzioni in più e maggiore imprevedibilità rispetto ai crossatori e corridori Perisic e Candreva. Nella trequarti, considerando l’inadeguatezza di Brozovic e Joao Mario, si pensa anche a Mkhitaryan, che con Mourinho sta trovando poco spazio. Piace tantissimo Barella del Cagliari, mentre Aleix Vidal e De Vrij sono sempre sotto osservazione. Resterà sicuramente Joao Mario, anche se la stagione sin qui disputata dal portoghese è stata sicuramente sottotono.

 

 

E le romane?

La Roma tiene sempre sotto lente di ingrandimento Badelj, centrocampista della Fiorentina sempre piaciuto alla dirigenza giallorossa e che garantirebbe soluzioni diverse rispetto a De Rossi e Gonalons. Interessa Vrsaljko, anche se come per il Napoli sarà molto difficile strapparlo a gennaio dall’Atletico Madrid.  La Lazio verosimilmente perderà un pilastro della difesa come De Vrij, che piace anche a Inter e Barcellona. Arriverà sicuramente Caceres dall’Hellas.

 

 

 

Share.

About Author

Siamo un gruppo di ragazzi universitari sparsi per l'Italia che hanno a cuore l'informazione e il pensiero critico. Il nostro obiettivo è risvegliare lo spirito critico delle persone attraverso la pubblicazione di articoli, inchieste, riflessioni personali, poesie, rubriche d'arte e di scienza, canzoni che contengano spunti critici per sviluppare dibattiti, circolazioni di idee, dialoghi costruttivi. Vogliamo offrire uno spazio senza restrizioni in cui ognuno possa esprimere la propria opinione su un tema qualsiasi. Siamo assolutamente imparziali, non ci sono schieramenti politici o ideologie preponderanti, l'unico principio a cui facciamo riferimento è il libero pensiero. Essere inconsapevoli di ciò che accade intorno a noi è una rinuncia ad avere un ruolo attivo nella società. Informazione e riflessione critica, questo è ciò che in sintesi è Sistema Critico. Seguici anche su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter.

Leave A Reply