Milano food week: tra innovazione e solidarietà.

1

Lunedì 7 Maggio ha avuto inizio la Milano Food Week. Sette giorni interamente dedicati al mondo della cucina e 40 chef stellati coinvolti. Le Kitchen si trovano nei punti più nevralgici della città.

Gli obiettivi della Food Week.

Oltre alle principali innovazioni in fatto di cucina, l’evento  comprende anche una serie di iniziative benefiche. Negli ultimi anni la città di Milano ha assistito alla diffusione dei “foodies” (amanti delle buona tavola ed esperti delle tendenze enogastronomiche). Allo stesso modo, sono in tanti coloro che si trovano in condizioni piuttosto disagiate. A tal proposito, spiega Federico Gordini, ideatore ed organizzatore dell’evento,  che chi fa parte di queste nuove categorie sociali sono soprattutto coloro che svolgono lavori saltuari o pensionati. Ed infatti, le iniziative benefiche sono principalmente dedicate a loro.

Perché usare il carrello come simbolo.

Il carrello è uno strumento usato quotidianamente, non solo, contiene tutte le nostre scelte in fatto di alimentazione.  Sempre Federico Gordini spiega che il carrello rispecchia le nostre abitudini, i nostri gusti, il nostro stile di vita ed accomuna tutti, dagli chef alle casalinghe.

Sono quattro le onlus coinvolte nelle raccolte alimentari presso alcuni dei principali supermercati di Milano. Ed è un bene che la food week oltre ai profitti economici porti aiuto alle classi più in difficoltà della società milanese.

I protagonisti dell’evento.

Numerosi chef svolgeranno degli “story cooking” presso le varie Kitchen diffuse nei punti caotici della città. Per citarne solo due: la Student Kitchen presso l’Università Iulm e la Special Kitchen, nel reparto Disturbi dei comportamenti alimentari dell’Ospedale Niguarda. Ma non sono solo chef stellati ed esperti a fare da padroni dell’evento!

Negli ultimi anni, infatti,  l’interesse verso il mondo della cucina è cresciuto a tal punto che, mentre in televisione è protagonista di numerosi programmi, su Internet, ha dato vita ad una vastissima community di appassionati food blogger che, tramite i social, sono in continuo contatto con i propri followers su Instagram, Facebook e Twitter (solo per citarne alcuni).

Siamo ciò che mangiamo.

Al di là di ogni novità è importante ricordare quanto sia fondamentale l’alimentazione, a tal proposito si potrebbe citare una famosa frase di Feuerbach: “Siamo ciò che mangiamo”, non per farne un’analisi filosofica, ma solo per sottolineare questo importante aspetto . Le idee di uno stile di vita sano sono sempre esistite e, giorno dopo giorno il mondo della cucina è

La Milano Food Week 2018: è il carrello a fare da simbolo dell’evento.

in continua evoluzione; è interessante che iniziative come quella della Food Week ci consentano di ricordarlo.

 

 

 

 Natalìa Buccini

Share.

About Author

Siamo un gruppo di ragazzi universitari sparsi per l'Italia che hanno a cuore l'informazione e il pensiero critico. Il nostro obiettivo è risvegliare lo spirito critico delle persone attraverso la pubblicazione di articoli, inchieste, riflessioni personali, poesie, rubriche d'arte e di scienza, canzoni che contengano spunti critici per sviluppare dibattiti, circolazioni di idee, dialoghi costruttivi. Vogliamo offrire uno spazio senza restrizioni in cui ognuno possa esprimere la propria opinione su un tema qualsiasi. Siamo assolutamente imparziali, non ci sono schieramenti politici o ideologie preponderanti, l'unico principio a cui facciamo riferimento è il libero pensiero. Essere inconsapevoli di ciò che accade intorno a noi è una rinuncia ad avere un ruolo attivo nella società. Informazione e riflessione critica, questo è ciò che in sintesi è Sistema Critico. Seguici anche su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter.

1 commento

  1. Pingback: Una giornata contro l'omofobia: andiamo oltre le differenze- Sistema Critico

Leave A Reply