Che cos’è la Flat Tax? Rivoluzione o flop?

0

 

Visto il possibile ritorno alle urne dopo il breve periodo del Governo Cottarelli ricompariranno proposte economiche finanziarie da parte dei vari partiti tra le quali molto probabile la famosa Flat Tax proposta dalla coalizione di centro-destra alle elezioni politiche del 4 marzo e introdotta nel “Contratto di governo” stipulato da Lega e Movimento 5 Stelle.

La Flat Tax è una tassa definita “piatta” basata solo ed esclusivamente su un’ aliquota unica per tutti.                                                                                                                                     In Italia esistono 5 aliquote che vanno dal 23% al 43% , chi possiede redditi fino a 15’000 euro paga un imposta su quest’ultimo del 23% e in maniera graduale chi percepisce più reddito pagherà una tassazione maggiore fino ad arrivare ad oltre 75’000 euro con una tassazione del 43%.

L’aliquota unica scelta dai vari partiti della coalizione di centro destra è stata diversa, ad esempio, Berlusconi con Forza Italia propose una tassazione al 23%, mentre la Lega di Salvini al 15% .

Quali possono essere i vari scenari riguardanti l’Italia in caso di introduzione della Flat Tax in Italia?

Secondo i sostenitori della Flat Tax i vantaggi di una introduzione dell’aliquota unica sono:

  • Tutti i cittadini pagherebbero le tasse quindi si verificherà una riduzione dell’evasione fiscale e pagherebbero di meno rispetto ad adesso.
  • Tutte le imprese che creano ricchezza non saranno demotivate dall’alta tassazione.
  • I cittadini potranno compilare la loro dichiarazione dei redditi , perché sarà molto più semplice di adesso.

 

Al contrario per quanto riguarda gli svantaggi citati da coloro che ritengono la Flat Tax una misura economica ingiusta e onerosa sono:

  • Il costo per provare a sostenere la Flat Tax potrebbe superare i 50 miliardi di euro
  • Per molti la Flat Tax è considerata incostituzionale visto che l’articolo 53 della nostra costituzione sancisce che il sistema tributario debba essere caratterizzato dalla progressività della tassazione in base alla capacità contributiva dei cittadini.
  • Ci sarebbe poi una perdita delle detrazioni personali in base alle caratteristiche della famiglia.
  • La Flat Tax potrebbe avvantaggiare i più ricchi.

Una cosa è certa, sicuramente con l’introduzione della Flat Tax tutti i cittadini, a parte coloro che possiedono un reddito inferiore a 12’000 euro ,che non pagheranno nessuna tassazione saranno considerati economicamente uguali di fronte allo stato.

 

 

 

Mattia Furiazzi

 

 

Share.

About Author

Siamo un gruppo di ragazzi universitari sparsi per l'Italia che hanno a cuore l'informazione e il pensiero critico. Il nostro obiettivo è risvegliare lo spirito critico delle persone attraverso la pubblicazione di articoli, inchieste, riflessioni personali, poesie, rubriche d'arte e di scienza, canzoni che contengano spunti critici per sviluppare dibattiti, circolazioni di idee, dialoghi costruttivi. Vogliamo offrire uno spazio senza restrizioni in cui ognuno possa esprimere la propria opinione su un tema qualsiasi. Siamo assolutamente imparziali, non ci sono schieramenti politici o ideologie preponderanti, l'unico principio a cui facciamo riferimento è il libero pensiero. Essere inconsapevoli di ciò che accade intorno a noi è una rinuncia ad avere un ruolo attivo nella società. Informazione e riflessione critica, questo è ciò che in sintesi è Sistema Critico. Seguici anche su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter.

Leave A Reply