I covoni di Monet, quando l’arte vale milioni

0

I covoni di Monet, uno dei dipinti più iconici della sua serie, è stato venduto lo scorso 14 maggio per ben 110 milioni di dollari in un’asta a New York.
Questa è una cifra assolutamente inaspettata per un dipinto impressionista, o comunque per un’opera d’arte di una delle correnti maggiori dell’800. I gestori dell’asta affermano che questa è la prima volta che un quadro impressionista raggiunge una simile somma. Il dipinto del 1890 è uno dei pochi della serie ad essere ancora in circolazione nel mercato privato.

La serie dei mucchi di fieno, o covoni che dir si voglia, comprende ben 25 dipinti che l’artista ha realizzato tra il 1890 e il 1891, 17 sono attualmente sparsi in vari musei del globo. I “meules”, ovvero i covoni di paglia sono ripresi da più prospettive e ad ore diverse del giorno, il paesaggio è quello della campagna vicino all’abitazione dell’artista in Normandia. La caratteristica di questa serie è quella di rappresentare lo stesso soggetto sempre però con particolarità diverse dovute dal cambiamento ambientale e temporale che li circonda.

“En plein air”, ovvero all’aria aperta

Gli impressionisti usavano ritrarre la natura dipingendo all’aperto, catturando così al meglio i colori e le sfumature dei soggetti e cogliendone l’essenza più intima. Qui l’elemento predominante è la luce, elemento che scandisce il tempo intorno ai covoni.
Siamo nell’ora del crepuscolo, la luce del sole che cade all’orizzonte qualifica tutta la scena, e i due covoni (quello in primo piano non ripreso per intero e quello in secondo piano) assumono sfumature di varie tonalità, così come la campagna circostante.

La casa d’aste che ha venduto il dipinto è Sotheby’s, ed è una delle più importanti al mondo con diverse filiali sparse per il globo. Cliccando qui potete vedere il video dell’asta di quest’opera, il tutto si è svolto nell’arco di pochi minuti.

Share.

About Author

Avatar

Siamo un gruppo di ragazzi universitari sparsi per l'Italia che hanno a cuore l'informazione e il pensiero critico. Il nostro obiettivo è risvegliare lo spirito critico delle persone attraverso la pubblicazione di articoli, inchieste, riflessioni personali, poesie, rubriche d'arte e di scienza, canzoni che contengano spunti critici per sviluppare dibattiti, circolazioni di idee, dialoghi costruttivi. Vogliamo offrire uno spazio senza restrizioni in cui ognuno possa esprimere la propria opinione su un tema qualsiasi. Siamo assolutamente imparziali, non ci sono schieramenti politici o ideologie preponderanti, l'unico principio a cui facciamo riferimento è il libero pensiero. Essere inconsapevoli di ciò che accade intorno a noi è una rinuncia ad avere un ruolo attivo nella società. Informazione e riflessione critica, questo è ciò che in sintesi è Sistema Critico. Seguici anche su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.