Tradizioni di importazione, Christmas Edition: il Secret Santa

0

Dopo Halloween ed il Black Friday, Secret Santa, letteralmente “Babbo Natale segreto”, è l’ultima delle tradizioni oltreconfine che potremmo, in tempi brevi, fare nostra.

Che cos’è il Secret Santa?

Di origine scandinava ma di diffusione prevalentemente statunitense, consiste nell’estrazione a sorte di un destinatario e nello scambio anonimo di regali tra amici, parenti o colleghi. All’interno di un gruppo, quindi, tutti dovranno comprare un solo regalo ed ognuno ne riceverà soltanto uno. Il bello starà nel cercare di indovinare chi sarà stato il “Babbo Natale segreto” al momento dello scambio dei regali: si potrebbe quindi rimanere piacevolmente soddisfatti del regalo ricevuto, oppure, se meno fortunati, sperare in un Babbo Natale segreto diverso per il prossimo anno!

Who’s Santa Claus?

A cosa serve?

Diffonde la magia e lo spirito del Natale; garantisce, in quest’ottica, regali a sorpresa per tutti; è economico, soprattutto se si stabilisce preventivamente un budget di spesa, ma al contempo è curato e personalizzato; riduce lo stress per la corsa ai regali; in ultimo, ma non per importanza, limita e contiene il consumismo esasperato tipico della società contemporanea.
Una tradizione, insomma, che sembra non avere aspetti negativi.

Christmas feelings

Come si organizza?

Sicuramente prendendo carta e penna, ma se si volesse adoperare un altro mezzo, si potrebbe consultare: https://www.secretsantaorganizer.com/

Cosa regalare?

Le possibilità di realizzare un regalo bello, utile e sentito sono tante, l’importante è capire quale sia l’opzione che più si adatta a chi lo compra oltre che, soprattutto, a chi lo riceve.

Se si volesse focalizzare ulteriormente l’attenzione sull’aspetto sociale e benefico di una festa come il Natale, di seguito alcune proposte da cui trarre ispirazione:

  • stella di Natale AIL per la ricerca medica;
  • acquisto di un regalo il cui ricavato, in tutto o in parte, verrà devoluto alle innumerevoli Onlus e Associazioni di volontariato;
  • adozione responsabile di un cucciolo;
  • treedom: pianta o regala un albero con un click.
Treedom

Ad esempio, Treedom è un progetto che consente di finanziare contadini che vogliono piantare alberi, coinvolge circa 15 paesi e favorisce la biodiversità. I contadini ricevono aiuto soprattutto nella prima fase di impiantazione e hanno supporto tecnico da parte di Treedom per la gestione degli alberi. Le piante vengono quindi monitorate e fotografate ogni qual volta si desideri, così ognuno potrà vedere il proprio albero crescere nel tempo.

A Natale si può far tanto…

Sebbene quelle proposte siano semplici idee regalo e nonostante Babbo Natale non esista (o forse sì), sarebbe bello se, in questo periodo dell’anno, alla magia del ricevere un regalo si aggiungesse anche la soddisfazione di aver pensato più “in grande”.

Share.

About Author

Natalìa Buccini, nata nel 1998 in Molise. Ho conseguito il diploma al liceo classico. La passione per la conoscenza della realtà che mi circonda, mi ha portata a scegliere la facoltà di Scienze Politiche che attualmente frequento. Adoro la musica ed i bei libri.

Leave A Reply