Quando i tifosi trasformano il Calcio in Politica

0

L’uomo è un “un animale politico” e in quanto tale è portato per natura a unirsi ai propri simili per formare delle comunità. Così diceva Aristotele nella sua “Politica” opera scritta nel IV secolo a.C. Un esempio di comunità sono gli ultras.

L’ultras è un tifoso organizzato di una società sportiva. Il maggior esempio di ultras lo possiamo vedere nelle curve degli stadi di calcio. Molti di questi ultras oltre ad essere legati ad una società sportiva sono uniti anche dallo stesso orientamento politico.

ADESIVO UTILIZZATO DA UN GRUPPO DI TIFOSI DELLA JUVENTUS

La vocazione politica di una tifoseria la si può notare nei cori, negli striscioni oppure negli adesivi utilizzate dagli ultras per “marchiare” un territorio.

Nell’ultimo periodo l’opinione pubblica ha messo sotto accusa alcune tifoserie di calcio di Serie A dopo gli episodi di razzismo della stagione calcistica 2018-2019 e 2019-2020.

Un esempio sono i fischi piovuti dalla tifoseria dell’Inter (squadra di Milano) nei confronti del giocatore senegalese del Napoli Kalidou Koulibaly. I fischi discriminanti erano riferiti al calciatore in quanto di colore.

In Italia tantissime tifoserie si definiscono apolitiche, ma è possibile notare tantissimi gruppi di ultras con orientamento di estrema destra o estrema sinistra.

Secondo l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, dei 328 gruppi di tifoserie calcistiche italiane, 151 sono orientati politicamente, 40 sono di estrema destra, 45 di destra, 33 di sinistra e 21 di estrema sinistra.

Le origini

La politica si infiltra nelle tifoserie calcistiche nel Ventennio fascista come mezzo di propaganda perché lo sport fa presa sulla gente.

In quel periodo l’interesse della popolazione verso il calcio aumentò dopo la vittoria ai mondiali di calcio nel 1934 e 1938 della Nazionale Italiana.

Quali tifoserie sono di “Destra e di Sinistra”?

Destra

Le principali società con gruppi di tifoseria di estrema destra sono Lazio, Inter, Juventus e Hellas Verona.

Lazio

La tifoseria “nera” per eccellenza, famosi i casi dell’ immagini di Anna Frank con la maglia della Roma e il saluto romano di Paolo Di Canio (ex giocatore) alla Curva Laziale.

Inter

Roccaforte del calcio fascista Lombardo, un gruppo famoso della tifoseria nerazzurra sono i Boys San (1969) l’acronimo San si riferisce alle Squadre d’azione di Benito Mussolini.

Juventus

La società più titolata d’Italia vanta dei gemellaggi con la Legia Varsavia e il Den Haag, quest’ultima dichiaratamente antisemita.

Hellas Verona

Nel 1996 un gruppo di tifosi “Giallo-Blu” appesero un manichino nero, in protesta con la società che voleva ingaggiare un giocatore africano.

Sinistra

Le principali curve con tifoserie di sinistra sono Perugia, Ternana, Livorno, Atalanta, Roma e Milan.

Le ultime tre squadre attualmente in Serie A nell’ultimo periodo starebbero subendo cambiamenti di orientamento politico all’interno della loro tifoseria.

Un esempio è la presenza del gruppo “Giovinezza” (parola fascista) nella tifoseria romanista.

Mattia Furiazzi

Share.

About Author

Mattia Furiazzi

Mattia Furiazzi, marchigiano, classe 1998. Studente di Scienze Politiche presso l'Univeristà di Urbino. Amo scrivere di Politica ed Economia. Sono un chitarrista e un tifoso della Juventus.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.