Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Spread the love

La violenza sulle donne è un problema molto importante. Un’orrore che macchia la nostra società che mai deve essere taciuto, ma, al contrario è necessario farlo presente ogni giorno.

L’importanza del 25 novembre

Oggi, 25 novembre è la giornata mondiale per la sensibilizzazione verso questo tema. La giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Infatti nel mondo, il problema non si è mai arginato. Sembra piuttosto che con il passare del tempo tenda ad ingigantirsi.

Si stima che nel mondo almeno il 35% delle donne subisca violenza.

Vari tipi di violenza

La violenza che una donna subisce può essere di vari tipi. partiamo da quella fisica, quella forse banalmente più discussa. Lo stupro, la privazione del controllo sul proprio corpo.

La violenza psicologica, subdola, aberrante e con conseguenze disastrose.

La violenza domestica, quella economica, la violenza sociale.

Parliamo di catcalling, fischi, attenzioni non richieste per strada e sui mezzi pubblici.

victim blaming, slut shaming.

Lockdown e conseguenze

In questo momento particolare e difficile periodo storico la violenza si è accentuata, in particolare la violenza domestica.

In questo periodo di crisi sanitaria, lockdown e conseguente obbligo di stare in casa non tutte le donne hanno avuto il privilegio – perché è di privilegio che si parla, di poter avere una situazione anche solo lontanamente serena.

Si stima infatti che ci sia stato un aumento vertiginoso di chiamate a marzo e aprile al numero verde dei centri antiviolenza, triplicando quelle degli anni passati.

Non è solo stato il telefono verde a ricevere più chiamate a riprova dell’aumento esponenziale di vittime di violenza, ma bastano i titoli di giornale, le notizie in tv per capire quanto la situazione sia drastica.

Una malattia della società

La discriminazione verso una minoranza è un problema presente da sempre nella nostra società. Una società in cui ancora ci sono connotati patriarcali, dove l’uomo ha potere sulla donna, in cui uno stupro di riduce ad una goliardata e viene usato come pretesto per farsi quattro risate con gli amici.

Assenza di denunce

In un modo in cui la donna viene vista quasi a priori come persona che si è cercata un determinato trattamento, in cui l’abuser ha sempre dalla sua il fatto che la vittima avesse qualche cosa che facesse presagire il volere quella determinata violenza non si può avere pretesa che si denuncino determinati fatti.

Il 25 novembre non è una data simbolica. il 25 novembre è una giornata Istituita dall’Onu nel 1999, punta ad eliminare questo stigma che colpisce la differenza che c’è tra diritti dell’uomo e diritti della donna.

È certamente un dato positivo che ci sia una giornata istituita per questa causa, sono molte le associazioni che infatti organizzano iniziative, raccolte fondi per fermare tutto questo, perché va da se, farlo è fondamentale.

Quello che bisogna e che si ha la necessità di creare è un clima di sorellanza, oggi più che mai, sorellanza e fratellanza per fa si che i diritti umani, i diritti delle donne, non vengano mai più scavalcati e il leitmotiv di qualsiasi discorso che possiamo fare su questo argomento è: solo uniti possiamo vincere.

Non siamo sole, abbiamo una voce, e c’è sempre qualcuno pronto ad ascoltarci.

Telefono rosa (h24): 1522.

Share.

About Author

Avatar

Classe 1996, studentessa di lettere appassionata di cinema, letteratura e arte in tutte le sue forme. Aspirante giornalista di successo, devota alle tisane allo zenzero, Ernest Hemingway e al Regno Unito, spera di cambiare un pochino il mondo con le sue parole.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.